Conosci le Conseguenze dei Tuoi Pensieri?

di Sandro Formica

Oltre cento anni fa, James Allen, uno scrittore inglese, pubblicava un libretto che è tuttora la colonna portante dell’intera letteratura sulla crescita personale: “Come un uomo pensa, così è”.

Sebbene scritto più di cent’anni fa, la convinzione che il nostro pensiero giochi un ruolo determinante nella nostra vita non era affatto una novità… nemmeno allora! Infatti, sin dai tempi di Socrate, Platone e Aristotele era riconosciuta la straordinaria importanza dei nostri pensieri e del loro impatto sul nostro comportamento.

Oggi, la scienza può misurare il numero di pensieri che produciamo ogni giorno — da 50.000 a 75.000 — in quanto ogni pensiero genera una scarica elettrica.

Dopo oltre duemila anni durante i quali ci è stato detto, dimostrato e ripetuto che i nostri pensieri definiscono chi siamo e determinano come ci comportiamo, dovremmo essere in grado di avere il pieno controllo dei nostri pensieri al fine di “scolpire” il carattere e il comportamento che desideriamo avere.

Se così fosse, allora, tu saresti in grado di elencarmi gran parte degli almeno 50.000 pensieri che hai avuto ieri. Ahimè, non ho mai trovato, tra i partecipanti ai miei seminari e ai miei corsi universitari svolti in quattro continenti una persona che fosse in grado di ricordare i propri pensieri!

Ciò vuol dire che stiamo vivendo la nostra vita inconsciamente e per impostazione predefinita. Se non riesci a ricordarti almeno l’1% dei tuoi pensieri di ieri — minimo 500 su 50.000 — è molto probabile che anche tu stia vivendo la tua vita “in automatico” e senza consapevolezza.

A complicare la situazione, poi, interviene di nuovo la scienza, la quale ha scoperto che l’80% dei nostri pensieri è negativo, o meglio che ci rende la vita più difficile, crea ostacoli e preoccupazioni.

Stiamo vivendo la nostra vita inconsciamente e per impostazione predefinita.

Visto che non ci accorgiamo di quello che stiamo pensando, non ci rendiamo conto che questi pensieri stanno creando un’identità e dei comportamenti che non corrispondono a ciò che vorremmo essere. In termini numerici, se hai superato i 40 anni e, come me, pensi molto, hai già creato oltre un miliardo di pensieri negativi.

E se concordi con James Allen che “come un uomo pensa, cosi è”, allora bisogna intervenire in qualche modo per creare, tramite pensieri consapevoli, la vita che desideriamo.

Raggiungere la consapevolezza dei propri pensieri

Ciò che ti consiglio di fare è di diventare sempre più consapevole dei tuoi pensieri e visto che è praticamente impossibile monitorarli uno a uno, potresti utilizzare un’app che fa squillare o vibrare il tuo telefono a periodi predefiniti al fine di catturare il pensiero del momento e trascriverlo.

Utilizza un’app che fa squillare o vibrare il tuo telefono a periodi predefiniti al fine di catturare il pensiero del momento.

Ogni settimana, poi, sarebbe opportuno rileggere tutti i pensieri che hai catturato e annotato e, possibilmente, classificarli come positivi o negativi.

Dopo nemmeno un mese avrai raccolto un numero significativo di pensieri che ti permetterà di capire, con relativa chiarezza, quale dei tuoi pensieri vuoi tenerti e quali vuoi cambiare o eliminare.

Non potrei enfatizzare abbastanza l’importanza di questo primo passo, senza il quale le strategie di cambiamento non potranno funzionare.

Inoltre, la consapevolezza dei tuoi pensieri sarà il primo gradino verso una conoscenza approfondita di te stessa, che è alla base di ogni cambiamento e il presupposto per il tuo sviluppo e successo personale.

L’app che ho personalmente utilizzato a questo scopo si chiama “Alarmed” e puoi scaricarla gratuitamente.

Mi raccomando di catturare i tuoi pensieri in momenti in cui meno te l’aspetti ed è per questo che ti consiglio di essere coadiuvata da uno strumento elettronico durante l’intero corso della giornata, in momenti e situazioni inaspettate. Infatti, se così non fosse, la naturale tendenza delle persone alle quali viene chiesto a cosa hanno pensato, è quella di selezionare i pensieri positivi o comunque neutri rispetto a quelli negativi, la cosiddetta polarizzazione positiva.

Così come è importante mangiare cibo sano ed è fondamentale praticare esercizio fisico, è indispensabile conoscere ed esercitare la tua mente per poter creare pensieri in piena consapevolezza ed esprimere ciò che veramente desideriamo essere.

In collaborazione con Stile & Benessere

2018-11-21T11:41:09+00:00